Il giudice della corte suprema americana Antonin Scalia, è morto a 79 anni. Stando alle prime informazioni, è stato trovato morto lo scorso 14 febbraio nella sua stanza in un ranch in Texas e secondo le prime indicazioni il decesso sarebbe avvenuto per cause naturali.

Era stato nominato nel 1986, era il primo giudice italoamericano a essere nominato alla Corte Suprema. Con la morte del giudice della Corte Suprema, la corte americana perde uno dei suoi nove membri designati a vita per nomina presidenziale.
Il capo della maggioranza repubblicana del Senato Mitch McConnell ha detto che il giudice Antonin Scalia non può essere sostituito finché un nuovo presidente non sarà insediato alla Casa Bianca.

Il popolo americano deve avere una voce in capitolo nella scelta del prossimo giudice, pertanto questa vacanza deve essere colmata solo dopo l’elezione del nuovo presidente.

Con la scesa in campo di McConnell, la nomina del successore di Scalia diventa campo di battaglia dei prossimi mesi di campagna elettorale.

Il senatore del Texas e candidato repubblicano Ted Cruz alla morte del giudice della Corte Suprema Antonin Scalia:

Oggi la nostra nazione piange la perdita di uno dei più grandi giudici della nostra Storia. Un campione delle nostre libertà e un fedele difensore della Costituzione, sarà ricordato come uno dei pochi giudici che ha da solo cambiato il corso storico della giurisprudenza.

Bernie Sanders alla morte del giudice della Corte Suprema americana Antonin Scalia ha dichiarato:

Pur essendo io in disaccordo con le sue vedute e la sua giurisprudenza, era un giudice della corte Suprema brillante, esuberante e schietto.

La scomparsa completamente inaspettata del giudice della Corte Suprema Antonin Scalia costituisce una enorme battuta d’arresto per il movimento conservatore e per il nostro Paese!

Così su Twitter il candidato per la nomination repubblicana Donald Trump.